Trattamento Disturbi del sonno: Modernità e tecnologia con nuove apparecchiature. Dono del Rotary alla Pneumologia dell’Asl di Vercelli

IMG 0490

Una preziosa donazione per i pazienti affetti dai disturbi del sonno.

Grazie al Governatore del Distretto Rotary 2031 per l’anno rotariano 2017-2018 Mario Quirico che alla fine del suo mandato ha generosamente deciso di finanziare un progetto di service da realizzare sulla zona del Gruppo Piemonte Centrale, il Rotary Club Vercelli, unitamente al Rotary Club Vercelli S.Andrea ed al Rotary Club Santhià Crescentino, ha donato alla struttura complessa di pneumologia diretta dal Prof. Mario Malerba un moderno poligrafo, con interfaccia bluetooth, per eseguire le polisonnografie; un saturimetro e due CPAP, gli apparecchi che servono per infondere aria a pressione positiva.

Leggi tutto: Trattamento Disturbi del sonno: Modernità e tecnologia con nuove apparecchiature. Dono del Rotary...

La forza e il sorriso: un progetto che aiuta ad affrontare la malattia riscoprendo la propria femminilità

foto-3

Ci possono essere tanti modi per affrontare una malattia. Anche la cura di sé può diventare un supporto. Ed è per questa ragione che l’Asl di Vercelli continua a portare avanti i laboratori di bellezza gratuiti rivolti alle donne che affrontano il cancro promossi da La forza e il sorriso Onlus in tutta Italia. Il progetto è arrivato nel nostro Paese nel 2006 e si ispira al programma internazionale Look Good, Feel Better, nato nel 1989 negli Stati Uniti e oggi diffuso in 27 paesi del mondo.

 

Nell’ottica di umanizzazione dei reparti ospedalieri e di potenziare la qualità di vita delle pazienti, l’Asl di Vercelli ha attivato il laboratorio gratuito,

Leggi tutto: La forza e il sorriso: un progetto che aiuta ad affrontare la malattia riscoprendo la propria...

Presentata la Relazione Socio Sanitaria Aziendale (2019)

PuzzleE' stata presentata in seduta plenaria agli Organi/Organismi Aziendali la Relazione Socio Sanitaria 2019 (dati 2018) per l'acquisizione del parere e il successivo inoltro alla Regione Piemonte. Il documento è scaricabile cliccando qui