IMG 0490

Una preziosa donazione per i pazienti affetti dai disturbi del sonno.

Grazie al Governatore del Distretto Rotary 2031 per l’anno rotariano 2017-2018 Mario Quirico che alla fine del suo mandato ha generosamente deciso di finanziare un progetto di service da realizzare sulla zona del Gruppo Piemonte Centrale, il Rotary Club Vercelli, unitamente al Rotary Club Vercelli S.Andrea ed al Rotary Club Santhià Crescentino, ha donato alla struttura complessa di pneumologia diretta dal Prof. Mario Malerba un moderno poligrafo, con interfaccia bluetooth, per eseguire le polisonnografie; un saturimetro e due CPAP, gli apparecchi che servono per infondere aria a pressione positiva.

 

“Grazie al Rotary Vercelli – ha sottolineato il direttore generale Chiara Serpieri – che con questo service ci consente di offrire ai nostri pazienti diagnosi sempre più accurate. Al tempo stesso si tratta di un contributo che permetterà di aumentare l’offerta di prestazioni per favorire anche una riduzione delle liste d’attesa”.

Presente all’incontro per la consegna delle strumentazioni Benedetta Delleani Past President del Rotary Club Vercelli durante l’anno rotariano 2017-2018 e responsabile del progetto. Un service sostenuto dal Rotary che complessivamente ha un valore di 7000 euro, voluto per offrire un servizio alla comunità e ai numerosi pazienti che ogni giorno frequentano gli ambulatori.

La polissonografia è un test diagnostico che viene eseguito sui pazienti durante la notte; l’apparecchio rileva e registra alcuni parametri fisiologici fondamentali come l’attività cerebrale, la respirazione, i livelli di ossigeno.

“La previsione – ha evidenziato il Prof. Malerba - grazie all’acquisizione di questi nuovi strumenti è quella di riuscire ad incrementare di circa il 15% l’attività della pneumologia, realtà che registra mediamente 4000 prestazioni ambulatoriali all’anno e che ha consolidato al suo interno una struttura interdisciplinare dedicata al trattamento di queste patologie”.

A Vercelli è, infatti, presente un team multidisciplinare che vede la Pneumologia collaborare con la Neurologia, il servizio di dietologia e nutrizione clinica, la medicina legale, l’odontostomatologia, l’otorinolaringoiatria. Una sinergia che ha permesso di costruire un percorso unico dove il paziente, in base alle sue condizione cliniche, trova la risposta di cui ha bisogno. Una realtà unica nel suo genere caratterizzata per la presenza di un ampio numero di specialità che insieme concorrono alla definizione del miglior percorso assistenziale per il paziente.

I disturbi del sonno sono molto comuni e incidono pesantemente sulla qualità di vita. La nuova strumentazione in dotazione consente di eseguire le polisonnografie in modo molto meno invasivo, con l’utilizzo di accessori moderni - mascherine e altri presidi - molto più confortevoli.